002 CABECERA ita

 

000 ELDE LINnar EE8800

AVVERTENZE INIZIALI

000 advertencias ini 1200x800

Un progetto in evoluzione

Il programma a vostra disposizione è una prima versione soggetta a possibili miglioramenti e modifiche. Vi preghiamo di inviarci qualsiasi suggerimento o domanda mediante la mail Esta dirección de correo electrónico está siendo protegida contra los robots de spam. Necesita tener JavaScript habilitado para poder verlo.. Ci sarà di grande aiuto per apportare miglioramenti al materiale..
 
Il ruolo di responsabilità dei genitori nell’educazione dei figli
I genitori sono i primi e principali responsabili dell’educazione dei figli. Né questo né qualsiasi altro programma di educazione affettivo-sessuale dovrebbe essere usato senza che essi ne siano a conoscenza o l’abbiano approvato.
In questa prima fase del progetto, la pagina web è costruita e ideata per gli educatori (genitori, insegnanti, catechisti …). Raccomandiamo che l’accesso da parte degli adolescenti sia supervisionato e seguito da un educatore.
 
 
Iniziare dall’introduzione al corso
Prima di utilizzare questi materiali si raccomanda di leggere attentamente l’intera introduzione del libro e i contenuti del libro dell’educatore. Per insegnare questo ed altri programmi di educazione affettivo-sessuale sarebbe opportuna un’adeguata formazione morale e pedagogica.
Si potrà così comprendere meglio il fine che si vuole conseguire con il programma, mediante le sue diverse dinamiche e i materiali, in modo da poterlo attuare correttamente ed efficacemente.
 
Come utilizzare la sezione film
Questa sezione include scene di film o annunci che possono costituire un complemento per l’educatore nella trasmissione di alcuni concetti. Tuttavia l’inserimento di queste scene non implica un obbligo a vedere il film interamente, né una sollecitazione ad acquistare i prodotti che potrebbero apparire negli annunci.

 

000 ELDE LINazu 019EAF

IL PROGETTO

001 ElProyecto 500x750

000 CITAcuadroAZUL 2ita

 

Questo corso, “Il luogo dell’incontro, l’avventura dell’amore”, vuole offrire un itinerario di educazione all’amore che aiuti i giovani a scoprire la bellezza della donazione reciproca e la ricerca della felicità attraverso il dono di corpo e spirito. Mediante il linguaggio del corpo, la sessualità e gli affetti si rivelano come dinamismi per vivere una esistenza piena nella quotidianità della vita.

Giovani, inizia il cammino dell’avventura dell’amore! 

INTRODUZIONE GENERALE
INTRODUZIONE EDUCATORE
INTRODUZIONE RAGAZZI
 
 
000 ELDE LINazu 019EAF

UNITÀ

 
100 unidad 1 300x200
Dio origine e destino degli uomini. E’ il primo passo dell’itinerario che i nostri giovani realizzeranno. Essi impareranno a guardarsi, a definirsi come persone, a partire dall’osservazione, dallo stupore e dalla propria esperienza; conoscendo e indirizzando la propria intelligenza, la propria volontà, i propri desideri e affetti, e la propria spiritualità; accettando il proprio corpo e riconoscendolo come espressione personale, in cui sono iscritti l’origine e il destino di ogni uomo e di ogni donna.
 
L’incontro con l’altro, con il TU, aiuta i nostri giovani a conoscersi meglio e a rafforzare la loro identità.
Essi impareranno a riconoscere che la sessualità parla di una differenza: l’uomo e la donna, che condiziona tutta la persona.
Anche la dimensione affettiva è condizionata dalla sessualità. Impareranno a riconoscere i loro affetti e a convogliarli all’ordine dell’amore.
 
Il terzo passo è riflettere sulla libertà assieme al giovane.
L’IO e il TU che entrano in relazione possono farlo in maniere diverse per il fatto che siamo stati dotati di libertà e, pertanto, la storia  di ciascuno deve essere ancora scritta.
Questa libertà che ci è stata donata come un regalo, deve essere alimentata e formata e deve maturare affinché, quando la mettiamo in gioco, sappiamo dare della nostra vita e di quella degli altri qualcosa di bello, poiché è nell’Amore che, a immagine del nostro Creatore, troviamo la "vera libertà".
In questo passaggio è importante che i giovani riconoscano la trascendenza di una buona scelta.
Li si accompagna per comprendere più a fondo la difficoltà di scegliere il meglio per loro e come il peccato ferisca il cuore.
Impareranno a riconoscere queste ferite dell’amore e gli strumenti per poterle prevenire, cioè la grazia e le virtù.
La buona novella è che le ferite non sono irreversibili.  Dio, nel suo Figlio Gesù Cristo, è il medico capace di guarire le ferite con la medicina migliore dell’amore. 
Essi riconosceranno come la dimensione morale sia un elemento costitutivo di loro stessi e come i loro atti abbiano conseguenze anche sugli altri, in quanto possono essere moralmente buoni o moralmente cattivi.
Percorreranno la via del valore della vita e della dignità umana.
L’ultimo passo del percorso è scoprire l’amore come vocazione personale, come risposta ad una chiamata.
I giovani riconosceranno che l’amore è un cammino con le sue tappe, e che non devono aver fretta di arrivare alla meta. La cosa importante è arrivare, senza saltare tratti di strada, e riconoscere l’amore vero.
L’amore, che è personale, si concretizza nel matrimonio e per questo il fidanzamento è un ponte nel cammino dell’amore verso la dedizione reciproca nel matrimonio. Anche il sacerdozio e la vita consacrata sono una risposta personale a questo primo amore.