Unità 4

I tiranti

In questo passaggio è importante che i giovani riconoscano la trascendenza di una buona scelta. Li si accompagna per comprendere più a fondo la difficoltà di scegliere il meglio per loro e come il peccato ferisca il cuore. Impareranno a riconoscere queste ferite dell’amore e gli strumenti per poterle prevenire, cioè la grazia e le virtù. La buona novella è che le ferite non sono irreversibili.  Dio, nel suo Figlio Gesù Cristo, è il medico capace di guarire le ferite con la medicina migliore dell’amore.

  • il cattivo uso della libertà: il peccato
  • Ordine e valore fondamentale della Creazione. La finalità intrinseca della Creazione e delle persone umane.
  • L’infelicità o il fallimento della finalità intrinseca della Creazione e delle persone umane come conseguenza del disordine e della disintegrazione. La libertà schiava, fattore fondamentale del disordine e della disintegrazione.
  • Il recupero dell’ordine della vita e del suo senso profondo. L’insufficienza della propria luce e della propria ragione per recuperare l’ordine e il senso della vita.
  • L’integrazione della sessualità dipende dalla scoperta della vera luce, capace di illuminare la mia vita. L’oscurità come incapace di integrare la mia sessualità, che fa parte di me. L’effetto immediato dell’oscurità che dimora in me è il non vedere integralmente la persona. Può condurre a forme riduttive della persona: pansessualismo, edonismo, eliminazione del pudore, separazione di amore e sessualità, e di amore e procreazione.
  • La castità intesa come luce in grado di darmi la capacità di amare in maniera integrale.
  • Ragioni delle conseguenze distruttive del disamore: l’amore, finalità ultima di tutte le mie capacità. Il pericolo della durezza di cuore. Forme d’amore mal orientate: narcisismo, autoerotismo, masturbazione.
  • Analisi della propria esperienza dell’amore: dove ripongo il mio amore? Cos’è che mi distrugge veramente?
  • Rimedi al disamore: purezza, pudore, intimità.
  • La felicità come pienezza dell’amore nell’anima. L’amore umano conformato dalla vita di Dio: la carità. La beatitudine dei puri di cuore. Cristo: buon medico e buon maestro.
  • Le virtù, motori della vita orientata verso la pienezza. Distinzione tra valore e virtù. Definizione di virtù. La virtù come mezzo per non soccombere. Effetti della virtù.
  • Virtù cardinali e virtù teologali.
  • Necessità della grazia per acquisire le virtù.
  • Il peccato come rifiuto del dono di Dio. Conseguenze del peccato sulla propria santità e sulla propria libertà.

 

Contenuti4.0_educatori

incontro_scheda4.1_educatori

incontro_scheda4.1_ragazzi

incontro_scheda4.2_educatori

incontro_scheda4.2_ragazzi

incontro_scheda4.3_educatori

incontro_scheda4.3_ragazzi

incontro_scheda4.4_educatori

incontro_scheda4.4_ragazzi

Film4.0_educatori